Picture
I Fine 99 nascono nel 1996 come band ska-punk.

Ben presto la formazione si afferma sulla scena bresciana suonando con gruppi della Epitaph Europe e alcuni gruppi della scena italiana come No One, Minnies, Moravagine, De Crew, L'Invasione Degli Omini Verdi e Matrioska.

Nel 1998 il gruppo si ferma per una pausa di riflessione e agli inizi dell'anno successivo torna sulle scene con una line-up rinnovata e con un diverso orientamento musicale. Influenzati da sonorità metal, hardcore, ed elettronica si ripropongono al pubblico la prima volta con la seguente formazione: Festa alla chitarra e voce, Bonny alla seconda chitarra, Max al basso, Mele alla batteria, Fisty alla voce e Maurino al sinth e drum-machine.

Il loro sound rimanda molto a quello di rinomati gruppi inglesi e americani (Refused, Nine Inch Nails, Funeral For A Friend), e ai connazionali Dufresne; come questi ultimi, i Fine 99 scelgono di cantare i loro testi in italiano per far sì che le loro parole arrivino ancor più chiaramente alle orecchie del pubblico.

Nelle esibizioni live la band ritrova la sua forza naturale, trasmettendo al meglio l'energia delle canzoni, grazie anche ad una forte presenza scenica e momenti di intrattenimento puro, garantito dalla parlantina del cantante Fisty e dagli spogliarelli tragicomici del bassista Max.

Durante un live del luglio 2007 il noto tecnico del suono Riccardo Rizzotto (fonico per Vasco Rossi durante il "Buoni E Cattivi Tour" nel 2005) esprime il proprio apprezzamento per la band e consiglia agli addetti ai lavori di 'tenere d'occhio' il gruppo per il futuro.

I Fine99 hanno condiviso il palco con realtà affermate della scena hardcore come Dufresne, Out Of Project, Binary Sistem Wins, Death by Stereo e The Fire.

Il 20 dicembre del 2008 i Fine 99 hanno presentato ufficialmente il loro primo album d'esordio con uno strepitoso concerto al Latte Più di Brescia, mostrando anche in anteprima il videoclip del brano "Finzione O Realtà".

Album e video completamente autoprodotti.

In meno di un mese il gruppo viene notato da MTV e inserito come Esordienti del Mese in mezzo ad artisti del calibro internazionale.

Il video passa su canali come MTV, Rock TV e All Music.

Il suddetto album viene valutato 7/10 su testate come Rock Sound e elogiato come produzione americana in Italia su svariate fanzine online. Segue all'album una stagione di live che rafforza lo spirito del gruppo e lo porta a seguire un'evoluzione musicale e di stile, divenendo proprietario del marchio Fine99 e portando alla nascita del nuovo lavoro in studio.

Giunti al 2011, dopo un anno di registrazioni e di duro lavoro, dopo un cambio di elementi che ha visto l'arrivo di Diego e di Anto, venuti a movimentare e consolidare definitivamente la band, il gruppo sta per presentare, il 12 Aprile 2011, il secondo album, sotto l'etichetta indipendente MY+MOTIONS RECORDS e l'ufficio stampa seguito da Indiebox Music @ 360°.

L'alchimia di suoni proposti dalla band, in un lavoro ricco di sonorità legate all'hardcore, al metal e all'elettronica e i testi scritti e cantati in italiano, uniti alla naturale grinta di ogni componente della band, dà vita ad un album diretto e molto più maturo rispetto al precedente, frutto di influenze derivanti da gruppi come Thrice, He is Legend, Pendulum e NIN, ma che rispecchia esattamente lo stile inconfondibile e unico dei Fine99.

FINO ALLA FINE: questo il titolo di un lavoro, arricchito da un meraviglioso video diretto da Ludovico Galletti, degno di grandi produzioni estere e chiaramente ispirato a Walking Death e 28 Settimane Dopo, preannunciato da un trailer che sta lasciando col fiato sospeso i grandi Social Network.

 


Comments




Leave a Reply