I Diaframma nascono a Firenze agli inizi degli anni ’80 in piena ondata post punk sotto la guida del compositore, chitarrista e poeta Federico Fiumani reclamando ed ottenendo immediatamente un posto importante tra i principali esponenti della new wave italiana. Nel 1984 la allora neonata Ira Records (etichetta fiorentina destinata a diventare riferimento fondamentale della musica alternativa italiana) pubblica il loro debutto su 33 giri Siberia, un disco di notevole spessore che li proietta ai vertici del circuito indipendente. Escono poi Tre Volte Lacrime (1986) e Boxe (1988), dischi che denotano il desiderio di emanciparsi musicalmente imboccando una via meno oscura e più eclettica. Dal 1989 Fiumani inizia a presentarsi anche come vocalist ed i dischi successivi sono testimonianza della sua ispirazione e di un’originale miscela fra rock e canzone d'autore.
  Con il trascorrere del tempo il nome del gruppo si trasfigura nello pseudonimo di Federico Fiumani, leader e mente della band fiorentina che continua a produrre dischi e ad esibirsi dal vivo in tutta Italia. Melodie atipiche ed asprezze vocali per cantare d'amore e di vita vissuta in modo sempre incisivo e personale sono il marchio di fabbrica del nuovo corso dei Diaframma.
Camminando sul lato selvaggio pubblicato nel 2007, ha vinto il Premio italiano della musica indipendente quale miglior album autoprodotto, a conferma di una vena creativa che non ha perso ispirazione.
Nel 2008 è uscito Il dono album tributo ai Diaframma che vede la partecipazione di esponenti di spicco della scena indipendente italiana (Marlene Kuntz, Tre allegri ragazzi morti) a fianco di alcune delle più interessanti nuove leve del rock italiano (Le luci della centrale elettrica, Il Genio, Dente).
Nel 2009 viene pubblicato Difficile da trovare.
Nel 2011 è la volta di un live (Live 09.04.2009).

Federico Fiumani dal 2006 ha pubblicato tre libri Dov’eri tu nel ’77?, Brindando coi demoni e Diaframma track by track, tutti pubblicati da Coniglio Editore.

 


Comments




Leave a Reply