Picture
Secondo album per il trio novarese “EVA’S MILK”
Una band formata da tre ragazzi che da qualche anno stanno cercando d'imporsi sulla scena musicale italiana e non solo.

Andrea zanolli (voce e chitarra) Paolo contribunale (basso) e Lorenzo stangalini (batteria) dopo il primo album intitolato “Cassandra e il sole che oscura”, hanno dato vita ad un secondo album dalle sonorità cupe e decadenti.
ZORN è un disco con testi che parlano di disagio e alienazione. parole crude su ritmi pesanti che ricordano i Queen of the stone age o a voler fare un paragone nostrano, ai Verdena. Una botta di vita nel panorama musicale italiano. Se temevate che l'epoca alternativa italiana si fosse fermata ai verdena, afterhours e marlene kuntz.. finalmente qualcuno che ha ripreso le redini in mano c'è!
Si può dire che questo è il momento di gruppi come i “Plan de fuga” e “The niro” e perchè no degli eva's milk?
Il disco presenta 10 brani e in rete gira il video di “turpedine”. Brano dal forte impatto tendente quasi al metal.

Il pezzo che apre l'album “i soldati dell'aurea gioventù”parla del lavaggio del cervello che subiamo tutti i giorni da un elettrodomestico da cui la maggior parte delle persone è schiava;la televisione!!Un invito a gettare la tv e pensare con la propria testa per vivere le nostre emozioni e non quelle che ci vogliono propinare.. accompagnato da un suono quasi grunge.

Questo è solo un esempio, ma il disco è tutto sul genere!!
In conclusione è un buon album, suona bene ed è ben prodotto; ma una cosa va detta!Al primo ascolto il pensiero che ho avuto è stato che come originalità non ci siamo. Se non fosse per il suono più marcato si potrebbero prendere tranquillamente per i Verdena, sia come sonorità e sia come tipologia di testi.

VOTO: 7

ETICHETTA: FUEGO RECORDS

ANNO: 2010

AUTORE: MUORNING

RECENSIONE CURATA DA ALBERTO G.

 


Comments




Leave a Reply