Rockabilly, Swing, Jazz, Country, e Motown shakerati a dovere......il tutto assortito da tanta sana e imprevedibile sperimentazione.
Il secondo lavoro discografico per i pugliesi REKKIABILLY, prodotto dalla Protosound Polyproject e VOLUME! Records, è ormai pronto ad essere consumato dagli impianti di tutta Italia e non solo!

"Banana Split" è il rockabilly che lascia spazio ad influenze di ogni genere...

Undici brani di cui 9 inediti e due cover stravolte e arrangiate a dovere, come "Burn Toast and Black Coffee" di Mike Pedicin, che per l'occasione è stata tradotta in italiano in "Toast e Caffè Arrosto", e lo strumentale "Six By Six" di Earl Van Dyke, pezzo tipicamente Motown scelto con coraggio dalla band per aprire la track list del disco.

Due brani che solitamente infiammano le feste Mods: una scelta per andare oltre la famosa ed inutile "lotta" tra rockers e mods.

"SISMA" è il primo singolo estratto da oggi in rotazione radiofonica...chiara la direzione della band, enfatizzando il disagio socio-politico degli ultimi tempi con un sound netto e notevolmente moderno.

Importante anche il lavoro grafico che confezionerà tutto il disco: un lavoro di assoluta originalità a cura dell'associazione di artisti "STILEMIO" nata nel 2008 per spaziare nel mondo della comunicazione e dell'organizzazione eventi. Un artwork realizzato utilizzando tecniche che vanno dalla fotografia digitale all'effetto speciale analogico...il tutto arricchito dal disegno a mano libera.

Rockabilly, swing, jazz, country e un bel po' di sana quanto mai imprevedibile sperimentazione...

Arriverà nei negozi e sui palchi di tutta Europa "BANANA SPLIT", il nuovo grande lavoro dei REKKIABILLY, prodotto dalla Protosound Polyproject, pubblicato dalla VOLUME! Records e distribuito per l'Italia da VENUS Distribuzioni.

REKKIABILLY - Official Site


 
Anche quest'anno il Parco Nord di Noventa di Piave (VE) ospiterà a partire dal 13 al 22 Luglio 2012, il più importante festival musicale del Veneto legato alla valorizzazione dei prodotti e della gastronomia di questo territorio. 
 

Date Luglio

VEN 13 - LA NOTTE DEL FUOCOMario in Catene + Igor S & Lady Brian

SAB 14 R&D SUNSPLASHSkardy & F 451 + 5a Festa in Vespa

DOM 15 - R&D SUNSPLASHMellow Mood

LUN 16 - LA NOTTE DEL METALLOPino Scotto + Underdogs

MAR 17 - WE LOVE ROCKThe Bastard Sons Of Dioniso

MER 18 - SKA BALKANIK NIGHTVallanzaska + Radio Zastava

GIO 19 - 80 FESTIVALby Radio Company

VEN 20 - FRIDAY NIGHTIl teatro degli Orrori + Motel Connection 

SAB 21 - SBAINIGHTSalmo Live + Blatta&Ineshas + Gain On Top and more...

DOM 22 - CHIUSURAMercury Band + Spettacolo pirotecnico  


 
..Beh per chi non dovesse conoscerli è d'obbligo dare un'ascoltata al video nella pagina del concerto contenente un medley di alcuni loro pezzi, garantisco vi lascerà str**zi :)
E' quasi impossibile per me descrivere il live pazzesco a cui sono stato.. la tecnica, precisione e pulizia sono veramente fattori che lasciano di sasso lo spettatore attento ai particolari e la feroce ed evoluta tecnica musicale che si può apprezzare nei loro album viene perfettamente eseguita identica dal vivo.
La durata dello show è stata breve ma intensa, 45 minuti di brani tratti dagli ultimi 3 album: Eclipse, Id e The Common Man's Collapse. Non dimentichiamoci però che comunque è un concerto CORE :) quindi per quanto sia preciso e potente ..sotto al palco c'è sempre un bel quantitativo di gente che si ammazza a suon di pogo, salti, slam, stage diving ecc.. che fa sempre piacere.
Gruppi spalla:
Betraying the Martyrs (una palla totale)
Vildhjarta (fighi anche se ricordano un po' i Meshuggah)


Recensione by Serpico.
 
Recensione Emir Kusturica e Radio Zastava - Guca Sul Carso 2012 - 22 06 12 - Massimo Nutini

Amici,
eccoci di nuovo sul Carso, per una anticipazione della "vera" Guca Sul Carso, che si terrà nella consueta formula dei 3 giorni a Luglio, ma che presenta stasera questa anteprima con il concerto del regista bosniaco.
Ero curioso davvero di sentire questa Emir Kusturica e la No Smoking Orchestra. ma come, uno dei miei registi preferiti, che si dimostra grande anche nella musica? Non c'è giustizia a questo mondo? A chi tutto e a chi nulla? Ma allora è davvero un genio assoluto?
La risposta ve la anticipo.
No.
Per fortuna, no.
Anzi, anche se la serata è stata alquanto divertente, spumeggiante e ballereccia (soprattutto però grazie alla voglia di divertirsi del pubblico), devo dire che il concerto è stato abbastanza una delusione.
Prima cosa: Kusturica nel gruppo ci mette praticamente solo il nome.
I brani sono cantati tutti da altri, e la sua chitarra elettrica si sente (piano) solo quando gli altri non suonano (raramente) e nel bailamme generale scompare completamente anche ad un orecchio allenato.
Ma allora come sono sti No Smoking Orchestra?
Una band fatta da gente che suona abbastanza bene, una band però per palati semplici, completamente priva di emozione, sia nei brani saltellanti che in quelli più lenti e profondi, almeno nelle intenzioni.GIocano a fare i balcanici, ma della musica balcanica passa solo la vocazione caciarona e non la poesia. Insomma, se qualche sconsiderato volesse lontanamente paragonarli a Bregovic e alla sua banda per matrimoni e funarali, la distanza non potrebbe essere più abissale.
Alle volte sembra quasi di trovarsi di fronte a un gruppo goliardico da sagra italiana, insomma, davvero non ci siamo.
Però... però il pubblico, sopratutto quello di bocca buona, i tanti e tante (chissà perché la musica balcanica esalta molto le femmine) che vogliono solo bere, ridere e ballare, non sono delusi, anzi!
E fra quelli si è unito anche il sottoscritto, deciso a divertirsi nonostante il livello artistico alquanto carente.
Altro discorso va fatto per i supporters, i Radio Zastava, gruppo italiano, friulano, di sette elementi, che ha scaldato a dovere la platea. Ecco, paradossalmente, quello è stato il gruppo davvero travolgente della serata! Un eptetto di grande classe e di superbo coinvolgimento, anche se giocoforza limitato da luci poverelle e volumi nettamente inferiori, per contratto.
I Radio Zastava ci hanno riconciliato con l'animo più magico della musica tzigana, e non solo! Perchè si può fare, anzi si deve fare, unz unz unz mantenendo anche la poesia, l'allegria, la melanconia, di un'emozione vera!
W i Radio Zastava
Kusturica, torna a farci sognare come ai tempi di "Underground", dietro la cinepresa!

Note: 

Al concerto hanno preso parte oltre 1500 spettatori. 

L’organico della The No Smoking Orchestra che si è esibita ieri:
Emir Kusturica (chitarra)
Dejan Sparavalo (violino, voce)
Zoran Milošević (fisarmonica, voce)
Ivan Maksimović (chitarra)
Nenad Petrović (sassofono)
Goran Popović (basso, tuba)
Zoran Marjanović (batteria)

La scaletta del concerto:
1-SAS JEKH LEN
2-UNZA UNZA TIME
3-DAS IST MEINE STADT
4-UPSIDE DOWN
5-EVERGREEN
6-MTV
7-WAS ROMEO REALLY A JERK
8-PIT BULL
9-DRAG NACH OSTEN
10-WANTED MAN
11-BUBAMARA
12-DUJ DROMA

Alcuni dei brani sono tratti dai film di Kusturica Gatto nero, gatto bianco, La vita è un miracolo, Promise me etc.

Recensione di Massimo Adolph Nutini
 
Di seguito la lettera con la quale i Radiohead annunciano e spiegano le ragioni dello slittamento del tour europeo previsto nelle prossime settimane.

"Ciao a tutti, 
come probabilmente avrete saputo il tetto del palco ha ceduto prima del nostro concerto di Toronto, causando la morte di Scott Johnson, un membro della nostra crew, e il ferimento di altre tre persone della crew. Il cedimento ha distrutto anche l’ impianto luci, progettato e costruito unicamente per il nostro spettacolo e ci vorranno settimane per poterlo sostituire. Inoltre ha anche provocato danni ingenti alla nostra strumentazione, di cui fanno parte pezzi risalenti ad alcune decine di anni fa che saranno difficili da rimpiazzare. 
Mentre stiamo affrontando il dolore e lo shock che derivano da questo tragico incidente, ci sono molti aspetti pratici da risolvere e pertanto stiamo facendo tutto il possibile per cercare di riprogrammare i seguenti concerti: 

Giugno: 
30 Roma Ippodromo delle Capannelle

Luglio: 
1 Firenze Parco delle Cascine
3 Bologna Arena Parco Nord
4 Codroipo Villa Manin
6 Berlino Wuhlheide
7 Berlino Wuhlheide
9 St . Triphon Carriere des Andonces


Il nostro obiettivo è di annunciare le nuove date per questi show mercoledì 27 giugno. In quell’occasione forniremo anche tutte le informazioni su come ottenere eventuali rimborsi dei biglietti in caso non vi fosse piu` possibile assistere ai concerti nelle nuove date. 
Pensiamo invece di essere in grado di ricominciare a suonare dal vivo in tempo per gli show di Nimes (Les Arenes , 10 e 11 luglio) e suoneremo al Bilbao BBK festival (13 luglio) e al Lisbon Optimus Alive festival (15 luglio). 

Date le circostanze, faremo di tutto per offrire ai nostri fan il miglior show possibile. Grazie per la vostra comprensione e il sostegno dimostrato."



 

odifiche.
 
SecondoMé, a qualcuno piace (al) caldo

Anteprima estiva del SecondoMé Fest, al Chiosco

Una serata di musica, video, libri, pizze e drink… secondo loro

 

 

SecondoMé, a qualcuno piace (al) caldo

Dal 21 giugno al 10 luglio 2012, dalle 21 in poi

Padova, Il Chiosco

Aspettando la prossima edizione del SecondoMé Fest (che si terrà in varie sedi cittadine a fine novembre e che avrà come ospiti due grandi registi italiani), si terrà al Chiosco SecondoMé, a qualcuno piace al caldo, un’anteprima estiva del festival in cinque serate.

 

Il format è sempre quello del SecondoMé: una specie intervista per fatti, una monografia a 360° per conoscere meglio tutto di un artista. In SecondoMé, a qualcuno piace (al) caldo, gli ospiti illustri sono tutti padovani.

La rassegna inaugura il suo ciclo giovedì 21 giugno con Enrico Lando, regista padovano della quattro fortunatissime serie televisive de “I Soliti Idioti” e dell’omonimo – e altrettanto fortunato – film per il cinema. Quale musica ascolta? Quali sono i suoi libri di riferimento? Cosa beve?

Per scoprirlo basta venire al Chiosco dalle 21, dove il dee-jay metterà i suoi dischi, la pizzeria sfornerà la “pizza-lando” e il bar metterà a disposizione il suo drink preferito. Naturalmente, come da format consolidato, il regista sarà al Chiosco a chiacchierare con chiunque voglia confrontarsi, o bere qualcosa, con lui.

La rassegna continua poi martedì 26 giugno con Claudio Cupellini, altro regista padovano, che ha diretto nel 2007 la commedia romantica con Violante Placido e Luca Argentero “Lezioni di cioccolato”, e che nel 2010 ha firmato il noir “Una vita tranquilla” vincitore del premio come miglior interpretazione maschile a Toni Servillo al Festival del cinema di Roma, e che ha ricevuto ben quattro nomination ai David di Donatello 2011.

A qualcuno piace (al) caldo si dedica anche ai nostri scrittori. Giovedì 28 giugno è la volta di Laura Sandi, autrice del romanzo “Biscotti al malto fiore per un mondo migliore” edito da Mondadori. Anche in questo caso conosceremo tutti i suoi gusti e le sue passioni, dalle citazioni tratte dai libri che l’hanno ispirata e formata come scrittrice a tutto ciò che più le piace, in ogni settore.

Luglio è il mese Sugarpulp: martedì 3 sarà ospite del Chiosco Matteo Righetto, cofondatore del movimento letterario Sugarpulp, nonché direttore artistico dell'omonimo festival padovano dedicato alla letteratura pulp-noir. Righetto ha pubblicato due romanzi di successo: "Bacchiglione blues" del 2011, e “Savana Padana” del 2012.

Martedì 10, a chiudere questa preview, sarà Matteo Strukul, l’altra metà (e l’altro Matteo) del movimento della barbabietola, che ha debuttato nel 2011 con “La Ballata di Mila”, un romanzo pulp-noir ambientato in Veneto con protagonista la bounty hunter Mila Zago. Dagli studi in giurisprudenza agli Uffici Stampa, una vita tutta da scoprire.

 

 

Evento realizzato in collaborazione con Il Chiosco e Sugarpulp.

 

Le serate hanno inizio alle 21 e sono ad ingresso libero riservato ai soci.

Per informazioni e prenotazioni: 347.9681009

 
Dopo il grande successo di "Gioia Nel Cuore" e "Mediterraneo"
in heavy rotation per tutto il 2011
i RIO tornano all'assalto delle chart radiofoniche con un nuovo singolo.
"Banditi Pirati e Mariachi", con la sua miscela di pop e tex-mex
è deputato ad essere uno dei brani dell'estate 2012... 
I RIO, reduci – come si diceva una volta – da un tour entusiasmante che ha toccato tutte le principali città italiane e con il quale la band ha fatto cantare, ballare ed emozionare decine di migliaia di persone da Milano a Catania, da Napoli a Cagliari, da Firenze a Verona; torneranno a calcare i palchi di tutta Italia - e per la gioia degli oltre 100.000 fans che li seguono con affetto e passione – in un estate 2012 all'insegna del live... e la "fiesta" continua.

I RIO (inizialmente "Del Rio") si formano alla fine del 2001. L'esordio discografico risale al 2004.

La line up è oggi composta da Fabio Mora (voce), Fabio "Bronski" Ferraboschi (basso), Alberto "Paddo" Paderni (batteria) e Gio Stefani (chitarra).

La band ha pubblicato 4 album da cui complessivamente sono stati estratti 15 singoli. In particolare negli ultimi due anni,i maggiori network e il music control hanno supportato intensamente i singoli della band con un'heavy rotation praticamente ininterrotta.

L'ultimo disco "Mediterraneo" (luglio 2011) è balzato in cima alle classifiche di vendita su iTunes raggiungendo il 1° posto.

I RIO vantano un'intensissima attività live (oltre 500 concerti in 7 anni!), varie partecipazioni in qualità di head opening act ai concerti di Ligabue ed Elisa, concerti all'estero (Brasile, Messico, Romania, Belgio, Inghilterra e Francia), partecipazioni a importanti festival ed eventi radio/tv nazionali.

La pagina ufficiale su facebook de i RIO conta quasi 100.000 iscritti così come numerosissime sono le adesioni al fanclub ufficiale "Mariachi Hotel".

 
ROMA, 29.05.12 – Un concentrato di ska, rock e reggae, frasi di denuncia e un killer del clima dall’anima nera come il carbone. Sono gli ingredienti di “È nell’aria”, l’ultimo lavoro musicale di Adriano Bono nato dalla collaborazione con la campagna www.Facciamolucesuenel.org di Greenpeace. Il singolo, prodotto insieme alla Torpedo Sound Machine e che vede la partecipazione dei Meganoidi, lancia in musica un messaggio inequivocabile: Enel è la prima azienda in Italia responsabile dell’uso del carbone, la fonte più dannosa per il clima e la salute dell’uomo. 

«La musica è un megafono potente, e una singola canzone può superare le censure e arrivare molto lontano. Quando Greenpeace mi ha chiesto di dare un contributo alla sua campagna per la salvaguardia dell’ambiente e della nostra salute, ho subito accettato con entusiasmo. – spiega Adriano Bono – Forte dell’esperienza di ‘Artisti Contro il Nucleare’, sono convinto che gli artisti debbano essere in prima linea in queste battaglie di civiltà e democrazia. Venerdì primo giugno al Piazzale del Verano a Roma, ci sarà un grande spettacolo live con la Torpedo Sound Machine e molti altri ospiti. Gireremo le riprese per la realizzazione del video-clip della canzone. Chiunque è interessato può partecipare e farne parte».

La campagna www.FacciamoLucesuEnel.org, partita lo scorso 29 marzo, vede Greenpeace impegnata in un’investigazione a trecentosessanta gradi sui danni e i costi che il business del carbone di Enel infligge al nostro Paese. Gli impatti ambientali, climatici e sanitari dell’energia prodotta dall’azienda utilizzando il carbone sono altissimi: 366 morti premature nel 2009 e danni stimabili dell’ordine di quasi 1,8 miliardi di euro in quello stesso anno. E questa è solo una parte dei risultati pubblicati da Greenpeace nel rapporto “Enel, il carbone costa un morto al giorno” [1]. 

«La canzone di Adriano Bono è un modo molto coinvolgente per esprimere un atto di denuncia chiaro e forte: il carbone uccide il clima, distrugge l’ambiente, fa ammalare le persone. Enel usa quella fonte killer per produrre, in Italia, quasi metà della propria elettricità. Dire basta a tutto questo è un atto di coraggio imprescindibile, anche in musica. Per questo Greenpeace è davvero grata a Bono e ai Meganoidi che l’hanno affiancato» - afferma Andrea Boraschi, responsabile della campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia.

Con i suoi piani di investimento nel carbone, Enel rappresenta un ostacolo alla rivoluzione energetica di cui l’Italia ha bisogno. Per questo Greenpeace chiede all’azienda la progressiva eliminazione della produzione elettrica da carbone entro il 2030 e la sua sostituzione con energie rinnovabili.

Adriano Bono e Greenpeace presenteranno live il singolo “È nell’aria” al concerto del 1 giugno a Roma. Ore 21, piazzale del Verano – zona San Lorenzo.

 
YELLOWCARD: ESCE OGGI “ALWAYS SUMMER”
prima traccia tratta dal prossimo studio album per Hopeless Records
 
Dopo il ritorno lo scorso anno al successo internazionale con When You’re Through Thinking, Say Yes (a seguito di una lunga pausa del gruppo), gli YELLOWCARD cominciano un nuovo ed estremamente intenso anno pubblicando inaspettatamente “ALWAYS SUMMER”, primo estratto dal loro prossimo studio album (previsto per l’estate su Hopeless Records).

La band ha annunciato di essere da poco uscita dallo studio di registrazione con Neal Avron, dove ha preparato il successore di WYTTSY senza concedersi neanche un attimo di pausa al ritorno dal tour (lungo un anno) di supporto al proprio disco precedente. Al momento ne titolo ne data di uscita del nuovo album sono ancora ufficializzate, ma sono invece trapelati dei dettagli sulle collaborazioni alla voce in questo disco: Alex Gaskarth (All Time Low), Cassadee Pope (Hey Monday) e Tay Jardine (We Are The In Crowd).  Il brano è inteso innanzitutto come un ringraziamento ai fans ed all’accoglienza che il gruppo ha ricevuto proprio al suo ritorno: in maniera estremamnente chiara, Ryan canta “I think I have everything I need / It got dark, but now I think I see / The World around is full of arms still reaching out to me.

La canzone è in streaming esclusivo su Absolutepunk.net da questa mattina, e disponibile su iTunes da poche ore qui.
Gli Yellowcard torneranno subito a suonare dal vivo: dapprima negli States, dove saranno tra gli Headliner dell’edizione 2012 del Vans Warped Tour, quindi in Europa per una serie di apparizioni nei festivals (di seguito – prevista anche una data unica in Italia insieme agli ANTI FLAG al Carroponte di Milano il 14 Agosto)
 
 
 
Aug 10th - Rothenburg ob der tauber - Germany - Taubertal Festival - www.taubertal-festival.de
Aug 11th - Oberhausen – Germany - Olgas Rock Festival - www.olgas-rock.de
Aug 12th – Eschwege – Germany -  Open Flair Festival - www.open-flair.demar
Aug-14th – Milan – Italy – Carroponte - www.ticketone.it
Aug 16th – Feldkirch - Austria - Poolbar Festival- www.poolbar.at
Aug 17th - St. Polten – Austria - Frequency Festival - www.frequency.at
Aug 18th – Koblenz – Germany - Spack! Festival - www.spack-festival.de
Aug 19th – Trutnov - Czech Republic - Trutnov Festival- www.festivaltrutnov.cz
 
 
 
 
Immagine
Ci sta tutta L' Emilia dentro al Deposito?
Per rispondere concretamente all' emergenza del terremoto in Emilia Romagna, gli artisti di Pordenone Tre Allegri Ragazzi Morti, Sick Tamburo, Mellow Mood, Eva, Coro Anni Dieci, il Dj E.Sist assieme allo staff del Deposito Giordani, hanno deciso di di portare in scena gratuitamente la loro musica per un concerto evento di beneficenza che si svolgerà mercoledì 13 giugno proprio sul palco del Deposito Giordani.
Assieme agli artisti Pordenonesi ci saranno due ospiti emiliani in rappresentanza dalle zone terremotate. Avremo con noi il cantautore modenese Tiziano Sgarbi, in arte Bob Corn, motore dello storico festival di respiro internazionale Musica nelle Valli, che quest'anno è stato annullato proprio a causa del terremoto che ha reso inagibile il territorio di San Martino Spino (MO); e Michele Bernardi di Finale Emilia (MO), regista di film di animazione che ha lavorato a fianco dei musicisti pordenonesi in questi ultimi 15 anni, nella realizzazione di numerosi video musicali. 
L' iniziativa nasce per promuovere una raccolta di fondi destinati ad iniziative artistiche nelle città di Finale Emilia (MO) e di San Martino Spino (MO), due dei centri maggiormente interessati dal sisma. 
Nella speranza che la cittadinanza intera di Pordenone si unisca all'iniziativa vi aspettiamo tutti mercoledì 13 giugno a partire dalle ore 19:30, al Deposito Giordani per trasformare un evento drammatico in una occasione di rinascita, come è stato per noi in Friuli e di ripensamento sulle direzioni della nostro sviluppo. 


Line up della serata:

TRE ALLEGRI RAGAZZI MORTI 

IL TEATRO DEGLI ORRORI

SICK TAMBURO 

EVA

MELLOW MOOD 

CORO ANNI DIECI

Special Guests dall'Emilia:

BOB CORN & MICHELE BERNARDI

Dj della serata DJ E.SIST  


Inoltre alla serata sarà presente il banchetto per la raccolta di materiali di prima necessità
Il Circolo Libertario E. Zapata si attiva come centro di raccolta materiali di prima necessità, mettendo a disposizione la sede, in solidarietà e supporto alle popolazioni colpite dal terremoto in Emilia Romagna. 

Le cose che servono di più sono: acqua, prodotti per l'igiene in generale, asciugamani, prodotti a lunga conservazione, giochi per bimbi, coperte, cuscini e tende.  

Sperando in aiuto da tutti voi - Grazie -

- ingresso libero -

apertura porte 19:30 

inizio concerti 20:30 
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------