Picture
THE ZEN CIRCUS

NATI PER SUBIRE

Data d'uscita: 11 Ottobre 2011

Label: La Tempesta Dischi

Distribuzione; Venus

Nati Per Subire secondo gli Zen Circus

“Eccolo qui, il nostro secondo album tutto in Italiano. Scritto, arrangiato e registrato al solito fra un palco e l'altro, in questo interminabile tour del quale ci siamo scordati l'inizio. L'urgenza espressiva è la stessa di Andate Tutti Affanculo e di sempre, stavolta supportata da una lucidità trovata negli ultimi due anni densi di soddisfazioni continue e di facce amiche che da sotto il palco davvero ci hanno regalato l'energia necessaria a mettersi costantemente in discussione come sempre dovrebbe essere in questo mestiere. Una lucidità necessaria a proseguire sensatamente quel percorso umano che abbiamo cominciato: immortalare vizi, consuetudini, drammi e liturgie di questo paese (che sembra una scarpa) con un occhio disincantato, sbilenco e anche un po' cattivo. Perché così sentiamo l'Italia che ci fiata addosso. E quando c'è, perché c'è, il romanticismo è fragile, poco sicuro di sé, quindi egoista e violento. Stavolta meno travasi di bile: questa volta parlano loro in prima persona, i protagonisti. Uno zoom viscerale fin sulle rughe e le scarpe di marca degli ultimi degli ultimi, coloro che per scelta, per forza o per vocazione la vita la subiscono e basta: i nati per subire. Un po' tutti gli altri, ma un po' tutti noi. Perché la questione non è se dio esiste o meno, ma se esistiamo noi ed in che misura. Piccole preghiere pagane, fotografie impietose, lacrime da coccodrillo, strade che non portano a nulla, speranze e sogni infranti presi a colpi di tosse e vino scadente, risate amare, cattivi che generano altri cattivi e via così, a spasso nella voglia di vivere (e morire) nonostante tutto. Musicalmente questo album è esattamente quello che volevamo fare, senza riuscirci pienamente, con Andate Tutti Affanculo. Trascinare per i capelli il cantautorato Italiano nel rock trasversale che adoriamo da sempre e che abbiamo fatto nostro negli anni. Ad essere autocelebrativi potremmo chiamarlo il nostro disco new wave, ed un po' è vero: certamente c'è sempre il folk dal quale ci è impossibile prescindere, ma anche tanta elettricità. Ed ora che lo abbiamo fra le mani, finito, possiamo dire a testa alta che abbiamo fatto tutto da soli, 

 
Picture
Il tour di Mountains Whales sosterrà l' "Human Rights Tour" 
La crescente attesa per l'uscita del nuovo disco, si alimentata anche sotto il profilo solidale.
Gli Amycanbe sono diventati infatti partners ufficiali di Amnesty International Italia, (così come per Afterhours, Africa Unite ed altri...)  a sostegno del Human Rights Tour 50° (per i 50 anni di Amnesty)
 http://50.amnesty.it/node/32
Tutti i loro concerti saranno promossi anche da Amnesty Italia a mezzo dei suoi canali. Gli Amycanbe  affiancheranno, nel loro tour promozione del nuovo disco "Mountain Whales", in uscita ad ottobre 2011, al loro banchetto nei concerti un banchetto Amnesty, gestito direttamente dal personale Amnesty in loco 

 
Picture
Una delle band chiave del panorama harcore-punk mondiale torna in Italia con un tour celebrativo per festeggiare i 10 anni dall’uscita di “Pennybridge Pioneers“, il loro disco di maggior successo.
Nel 2000 infatti il quartetto svedese dava alla stampa quello che sarebbe diventato il loro disco più celebre, nonché uno degli album fondamentali della scena punk rock del nuovo millennio e segno distintivo della band, attiva da quasi vent’anni.
Ora lo ripropongono interamente live proseguendo il tour mondiale anche in Europa!
Due appuntamenti che già si preannunciano come due dei live shows più attesi dell’anno!

MILLENCOLIN + Atlas Losing Grip + Twopointeight
26-09-11 | Magazzini Generali – Milano (prezzo €20 + ddp)
27-09-11 | Rock Planet – Pinarella di Cervia (RA) (prezzo €20 + ddp)

Prevendite attive su Ticket.it, Vivaticket.it dalle ore 17 del 17/05, e dalle ore 17 del 18/05 su ticketone 
Info al pubblico: www.hubmusicfactory.com



Picture
 
Picture
In anteprima nazionale e in regalo (su chiavetta e Ipod) il 24 Settembre al Supersound di Faenza.
In esclusiva streaming audio sulla home page di RollingStone Magazine.

In tutte le ra
dio dal 3 ottobre!



Zibba e Almalibre sfornano un singolo caldo, seducente, che racconta l'amore attraverso gli occhi di un addio. Arricchito dalla partecipazione di Federico Zampaglione (voce e leader dei Tiromancino) che interpreta il brano con forte sentimento regalando alla canzone il tocco magico che si merita.

Tante le cose da dire su questo disco, uscito nell'aprile 2010, che ha portato Zibba e soci al Premio Tenco quali rivelazione dell'anno, a vincere il Premio Bindi, il Premio l'Artista Che Non C'era, a partecipare ad alcune puntate della trasmissione Parla con Me, ed a collaborazioni illustri come quella con Bunna (Leader degli Africa Unite che ha cantato "una parola illumina"), Maurizio Lastrico (Attore e comico di Zelig che ha recitato in "ordine e gioia") e quest'ultima importante con una delle voci più belle della musica italiana.

Zibba quest'anno scrive anche le musiche per il nuovo spettacolo teatrale dei Turbolenti (Colorado) e diventa attore nel nuovo musical di Massimo Cotto "All'Ombra dell'Ultimo Sole", ispirato alla vita e alle canzoni di Fabrizio de Andrè.

Un anno di successi, un tour importante, e la consacrazione di questo artista che scavalca la posizione di emergente ed entra dalla porta principale nel cuore di molte persone.


 
Picture
Enrico Capuano e la Tammurriatarock dopo il grande successo al primo maggio di PIAZZA SAN GIOVANNI in diretta su RAI TRE e centinaia di date in giro per l’Italia
 
presentano
 
Il TARANTA REVOLUTION tour che a settembre porterà la band

negli Stati Uniti e Canada ... 

Dopo il fortunatissimo tour del 2010 con centinaia di date, la partecipazione al 1 maggio 2011 in diretta su RAI TRE        in cui sono stati padrini dell’evento e band che ha chiuso la più grande kermesse musicale in RAI,  Enrico Capuano e la Tammurriatarock parte alla volta dell’America con la sua miscela di folk rock, esportando i ritmi della tradizione italiana (dalla taranta alla pizzica al salterello) oltre oceano. Un tour di questa portata per una band italiana lo hanno potuto sostenere, purtroppo per la musica italiana, solo PFM negli anni 70. Ora, dopo trent’anni, tocca a Enrico Capuano e la Tammurriatarock esportare i suoni della musica italiana. Il loro è uno show che ingloba l’intero patrimonio culturale nostrano con momenti coinvolgenti di danza, "scoglilingua" e ritmi ipnotici con sfumature di rock progressivo. 

Il tour inizia il 21 settembre al prestigioso The Local 269 di Soho, a New York e porterà Enrico Capuano e la Tammurriatarock dalla California a Montreal ed Toronto, da Las Vegas alla East Coast, toccando locali storici come il Roxy Theatre di Los Angeles e il famoso festival statunitense Ojai (www.ojaifestival.org/).

Prima della partenza per gli States la band ha registrato un nuovo brano (“Voices DA DA DA”) che viene lanciato in tutte le radio nazionali dal 1 settembre.

 
il nuovo singolo estratto dall'album “LA BALENA NEL TAMIGI”

Picture
LA BALENA NEL TAMIGI, IL DISCO:

Autoproduzione

In download gratuito dal 1 aprile 2011 su www.valentinagravili.com

"La balena nel Tamigi", in uscita il 1 aprile  2011, deve il suo inconsueto titolo ad una strana vicenda accaduta qualche anno fa: un povero cetaceo, dopo aver perso il senso dell'orientamento, giunse smarrito nelle acque del Tamigi.

Valentina Gravili fa dello smarrimento di quella balena la metafora dei nostri tempi, in cui i punti di riferimento vengono a mancare e ci si sente persi..appunto, "smarriti come una balena nel Tamigi", perchè abbiamo perso un amore,un lavoro, la ragione o più semplicemente perchè non si riesce a pagare l'affitto.

L'album vede la produzione artistica di un altro grande dell'underground italiano, Amerigo Verardi (tra l'altro già produttore del “Sussidiario illustrato della giovinezza” dei Baustelle nonché del primo lavoro della Gravili) con la collaborazione del poliedrico Max Baldassarre (che da anni segue le varie fasi del progetto della Gravili, dal lavoro in studio al live, essendo anche il batterista dell'artista ) e di Silvio Trisciuzzi (musicista e produttore brindisino di grande ingegno e originalità). Dal lavoro di questo vivace quartetto brindisino nasce un'opera al di sopra di qualunque classificazione, dove i suoni e la voce dI Valentina si muovono in assoluta libertà, con testi che riescono a conciliare una forte concretezza con atmosfere surreali e a volte oniriche. Sono, però, sempre sogni diurni e ad occhi aperti quelli che la Gravili fa: il disco infatti è estremamente solare e nonostante affronti anche problematiche amare l'ascolto di queste canzoni mette decisamente di buon umore.

 
Uno dei grandi nomi della musica elettronica : Sascha Ring, in arte Apparat.

24 settembre Teatro Geox. zedlive.com
Picture
 
Picture
Reunion  Tour 2011

Sab 01 Ott - Lattepiù Live - Brescia (BS) + L'invasione degli Omini Verdi
Sab 08 Ott - R'n'R Arena - Romagnano Sesia (NO) + Out of Date
Sab 15 Ott - Vidia Club - Cesena (FC) + 4Seasons
Sab 22 Ott - Extra Club - Recanati (MC) + Guest
Sab 29 Ott - New Age Club - Roncade (TV) + Scacciapensieri + Wnl
Sab 05 Nov - Palazzo Granaio - Settimo Milanese (MI) + Scacciapensieri
Sab 12 Nov - Tempo Rock - Gualtieri (RE) + Scacciapensieri


In quanti ne hanno parlato durante questi anni? In quanti hanno sperato? Finalmente ecco esauditi i vostri desideri!! Tornano i Moravagine, una delle band che ha segnato e iniziato la scena Punk Italiana degli ultimi 13 anni!!
I Moravagine di "Per non crescere" sono cresciuti, molti di voi sono diventati grandi ma non li hanno dimenticati. E allora la band decide di tornare per VOI sul palco per solo 7 date esclusive nella FORMAZIONE ORIGINALE di "Per non crescere", Tony, Andrea, Alessandro, Andrea e Davide, il primo originario cantante, vi faranno pogare e rivivere l'atmosfera magica di uno dei dischi più belli di sempre proponendovi le loro hit e TUTTO "Per non crescere"!!!

I Moravagine in occasione della loro Reunion 2011 tornano anche con un  nuovo brano e nuovo video ”Lo Stato Di fatto” disponibile in download gratuito su www.moravagine.it e       successivamente in digital download su       i- Tunes! 

Picture
 
Picture
S’intitola “Snodo” il nuovo cd originale di Giorgio Barbarotta, una sola parola per sintetizzare la convergenza di diversi modi d’essere. 11 canzoni dai forti contrasti in cui confluiscono e convivono il cantautorato folk e il rock elettrico, la poesia intimista e la denuncia sociale. L’album si apre con “Buone nuove”, intensa e amara riflessione ispirata al Nobel per la pace assegnato ad Obama, prosegue con il singolo “Noi”, elegiaca rivendicazione ambientalista; è poi la volta di “L’alchimista”, pezzo sfacciatamente live, divertita metafora del mestiere del cantautore, e di “Riesci ad imbrogliare il tempo”, introspettiva ballad dal misurato sapore romantico; “Podere 41” è denuncia delle condizioni di vita dei lavoratori nella raccolta di pomodori al sud, “Dalla marea”  connubio tra leggende di mare, storie di porto e credenze religiose, “Sinfonia di maggio” festosa celebrazione di vita e natura dai toni bandistico-dionisiaci, “Il motore è l’amore” delicata dedica alla nascita di un figlio, “Mediacrazia” nero e psicadelico atto d’accusa sull’imperare dei mezzi d’informazione, “Galleggiando in provincia”, ironica folksong sulla condizione degli artisti che vivono ai margini delle rotte che contano, “Che ne diresti” personalissimo confronto-dialogo con il divino. L’album, registrato e prodotto nei primi mesi dell’anno all’Atracoustic Studio di Pordenone (Live In The Tracking Room - Tre Allegri Ragazzi Morti), vede ad accompagnare Barbarotta la partecipazione dei musicisti Nicola “Accio” Ghedin batteria (Estra, Giulio Casale), Stefano Andreatta basso e flauto traverso (Manodopera, Carrettera Central), il giovane e talentuoso chitarrista Giulio Moro, gli ospiti Luca Lenardi hammond (Jackeyed, The CircleSouth) e Mauro Gatto percussioni (Barbapedana).

 
Picture
Blonde Redhead (Kazu Makino, Simone Pace e Amedeo Pace) sono sempre stato un gruppo in grado di rinnovarsi di album in album. 

Si mettono alla prova ad ogni occasione, e i risultati sono sempre stati straordinari

La loro musica viene ispirata dalle stesse emozioni, ma i gusti e i modi in cui vengono espresse sono in costante evoluzione. I Blonde Redhead sono riusciti a far sbocciare un fiore di grande bellezza, che risponde al nome di Penny Sparkle, il loro ultimo album. 

Nonostante la strada tortuosa intrapresa per la sua realizzazione Kazu in proposito ha detto: “So che non abbiamo mai fatto un disco del genere, e se potessi tornare indietro lo rifarei esattamente allo stesso modo”. 

E se la band e’ contenta, di conseguenza dovremmo esserlo tutti.


Inizio concerto ore: 21.30
Ingresso 15€