Brano dal sapore electro, marchio di fabbrica de Il Genio, ma farcito anche di rock. La chitarrina è proprio elettrica, e quanto si sente. Pop, tutto da cantare. 

Gli inizi. Il Genio si forma nei primi mesi del 2007, quando Gianluca De Rubertis (già tastierista degli Studiodavoli) ed Alessandra Contini decidono di dare voce alle loro canzoni composte al pc, focolare domestico del nuovo millennio. L'attenzione che il progetto suscita è sin da subito altissima: a soli due mesi dalla sua nascita, infatti, Il Genio trova modo di esibirsi, oltre che nel Salento, terra natia di entrambi, anche in città come Milano, Roma e Bologna, raggiungendo sul suo myspace ufficiale (www.myspace.com/ilgenio) un numero di ascolti/visite molto elevato. 

L'album d’esordio viene pubblicato il 21 Marzo 2008, su etichetta Disastro Records. L'atmosfera dell'album si presenta ironica e sensuale, elegante ma ammiccante al punk, suffragata da testi incisivi e mai banali. Il Genio suona electro-pop, attraversando atmosfere retrò cantate in italiano e francese, sfugge linee rette, attraverso spirali cariche di sensuali suggestioni e di ironici equilibrismi. I tracciati sonori sono di immediato accesso, ma, al tempo stesso, ricercati ed eleganti, in bilico tra gli chansonniers français, l'attuale melodia di gruppi come i Blonde Redhead e l'ironia degli Stereo Total. 

2008. Con l'uscita del disco, il 2008 si prospetta un anno ricco di appuntamenti (vedi sotto). Con un fitto calendario di date live, l'ottimo riscontro da parte delle  riviste specializzate (tra cui Blow up, Rumore, Rockerilla, Beat Magazine, Rockstar, XL e Rolling Stone) e la promozione sul web e sulle radio, Il Genio accresce in maniera rapida ed esponenziale la sua notorietà, attirando immediatamente l'attenzione di Mtv, che, a Marzo, invita la band ad esibirsi negli studi di Your Noise. Contemporaneamente, grazie all'immagine ricercata del duo e all'enorme curiosità destata dal singolo "Pop porno", Il Genio si affaccia prepotentemente anche nel mondo delle riviste di costume e di moda, tra cui Vogue Italia, D - La Repubblica delle Donne, Specchio e Rodeo Magazine.