Fritz da Cat cura la prima serata della rassegna al via venerdì 7 Dicembre presso l'Angelo Mai Altrove Occupato di Roma.
Nella filosofia giapponese gli elementi naturali sono 5 e sono per l‘appunto detti i cinque
grandi “GO DAI“: terra, acqua, fuoco, aria e vuoto. Ogni manifestazione dell‘essere
umano, a partire da esso stesso è una fusione, più o meno equilibrata di questi elementi.
La musica li unisce perfettamente, appartiene ad ognuno e da ognuno si genera e si
propaga alla ricerca degli altri. In “GO DAI FEST“ ciascun elemento rappresenterà una
chiave espressiva differente.

Cinque elementi, cinque serate, cinque proposte musicali, cinque direttori artistici.
Ogni appuntamento avrà infatti un “grande“ nome alla regia nell‘intento di proporre cinque
viaggi musicali molto eterogenei e apparentemente distanti l‘uno dall‘altro e portarli verso
un approdo lontano da sé, una deriva comune, un punto di fusione.
A partire da Venerdì 7 Dicembre ogni mese, una volta al mese il GO DAI andrà in scena
all‘Angelo Mai Altrove Occupato.

Nessun luogo come questo infatti si nutre e trova ricchezza nella diversità.
E‘ proprio da questa possibilità che nasce il desiderio di un festival senza recinti di genere
che permetta a tutti (organizzatori, artisti, spettatori, curiosi) di assistere a performance non
convenzionali potendo tracciare un filo comune tra tutte. Ogni direttore artistico interpreterà a
suo modo questo canovaccio partendo dal proprio elemento d‘origine per avvicinarlo agli altri.
Il tutto, alla fine dei 5 mesi, culminerà in una rassegna conclusiva che vedrà l‘incontro e
la fusione appunto dei 5 elementi nell‘interpretazione di un direttore artistico d‘eccezione:

Manuel Agnelli.




“I Cinque Grandi“

Cinque serate.

In cinque mesi.

Con cinque direttori artistici speciali.

Fritz da Cat, Enrico Gabrielli (Calibro 35), Roberta Sammarelli (Verdena),

Xabier Iriondo (Afterhours), Giulio Ragno Favero (Il Teatro degli Orrori).

E il gran finale con Manuel Agnelli (Afterhours).

Al via il 7 Dicembre. Angelo Mai Altrove Occupato, Roma.

Da un‘idea di Daniele “ilmafio“ Tortora e Rodrigo D‘Erasmo.
7 DICEMBRE

“KI“ Terra

Alessandro Civitelli aka Fritz da Cat (produttore hip hop)
I cinesi lo chiamani CHI, i giapponesi KI. E’ L’ESSENZA INDIVIDUALE,
SOFFIO VITALE in ognuno di noi.
Come diceva il mio maestro di Kung Fu, “se il KI è alto va bene, se il KI è
basso, non va bene!”
Non vi è elemento più indicato da associare alla prima serata di GO
DAI dunque, quella dedicata all’HIPHOP. Probabilmente la forma
d’espressione occidentale più egotica, egocentrica, autoreferenziale che
il secolo scorso abbia partorito.
Fritz da Cat

CANE SECCO
Tre volte campione del Lazio ed infine campione italiano nel 2010 al Tecniche Perfette
(evento di freestyle rap di maggior rilievo in Italia), forma in coppia con Gemitaiz il duo
Extreme Team.
Cane Secco ha realizzato svariati videoclip che hanno totalizzato diversi milioni
di visualizzazioni, ed ha effettuato negli ultimi anni innumerevoli innumerevoli
collaborazioni con altrettanti colleghi come J Ax, Don Joe di Club dogo.
http://www.youtube.com/watch?v=VJrYO2NDUpg

RAPCORE
Dal giorno in cui le nostre strade si sono incrociate, per noi quattro e‘ iniziato come un
cammino, un percorso.
Un percorso di crescita‘ non soltanto musicale, ma anche umano. Abbiamo avuto vissuti
ed esperienze diverse. Abbiamo estrazioni sociali differenti, residenze diffenti, e anche i
nostri caratteri spesso si confrontano discutendo...
Ma quello che ci ha unito dal momento in cui abbiamo pronunciato il nome „Rapcore“, e‘
stato l‘amore incondizionato verso questa musica. La voglia quasi ansiosa di portare un
messaggio sincero e diretto,che riesca a comunicarele nostre emozioni.
http://www.youtube.com/watch?v=oYXbF2NBsYo&feature=fvst

ERCOSTA
Membro della storica crew romana Gente de Borgata.
Er Costa, reduce dalle recenti interessanti collaborazioni con Machete Crew, esce tra
poco col suo progetto solista “Nudo e crudo”
http://www.youtube.com/watch?v=j5_U6xYeAxI

FRITZ DA CAT DJSET







Leave a Reply.