APC

04/22/2012

7 Comments

 


La band nasce nel 2008 per idea comune del chitarrista Filippo Cavarzerani e del batterista Enrico De Nardi. La band si completa velocemente con l’arrivo del cantante Stefano Casagrande e del bassista Anthony Michelin. Il successo riscontrato è notevole grazie alla produzione di ben 10 brani inediti e altrettante cover di successo di artisti del calibro di : Iron Maiden,Van Halen e Rage Against The Machine. L’anno seguente la band incide il primo album e partecipa a numerosi concorsi, ma è qui che si apprende la brutta notizia: la band si scioglie per divergenze musicali. Segue quindi un anno di silenzio fino alla tanta attesa reunion , a cui però il cantante non risponde. Il risultato però delude le aspettative, e così il bassista Anthony Michelin decide di lasciare definitivamente la band. Segue quindi un periodo di crisi in cui gli A.P.C. sono in netta difficoltà a causa di elementi poco validi. Finché la band recluta Denis Cagnoli alla chitarra a cui segue presto un concerto con risultati confortanti fino alla svolta decisiva che segna il cammino verso la conquista degli antichi splendori con l’arrivo nel febbraio 2011 del nuovo e promettente cantante Giovanni Zulian. Ora c’è un nuovo capitolo da scrivere: nuovo stile e nuovi brani. È la volta del nuovo esordio con due nuovi concerti che riscuotono un notevole successo nonostante l’assenza di un bassista che verrà però trovato: il suo nome è Daniele Barazza e il suo modo di suonare porta nuove influenze al sound della band. Siamo all’arrivo della formazione definitiva , infatti Denis Cagnoli lascia la band sostituito da Marco Sommacal, chitarrista dalla vena compositiva che porta nuove idee per la realizzazione dei brani. È la volta di consacrare una formazione, si spera, immutabile e quindi la band registra una demo con i 3 inediti più importanti:
1- In The Name Of Love;
2- My Only Friend;
3- Non è che me che neee;
Da non dimenticare la esecuzione di cover di artisti come Red Hot Chili Peppers , Scorpions, C. Santana e Van Halen.
Membri attuali:
-Conte Nardino (Enrico De Nardi), drums;
-Il Comandante Waschen (Daniele Barazza), bass guitar and back ground vocals;
- Il Patrono Del Piedipuz (Marco Sommacal), rithm guitar, keyboard and back ground vocals;
-Singstar-“Picador’’ (Giovanni Zulian), vocals, harmonica;
- Il Sultano Del Guano (Filippo Cavarzerani), lead guitar and ukulele.
 

Crossing

04/22/2012

1 Comment

 
I Crossing sono un gruppo di giovani con una grande passione per la musica.

Dopo varie vicissitudini la formazione si completa e stabilizza nell’ottobre del 2011 con alla batteria Matteo Borro, alla chitarra Davide Del Ben e Corrado Zampino, al basso Francesco Zonca e infine alla voce Sisto Daniel Tavano.

I Crossing hanno partecipato e superato con successo le selezioni nazionali del Tour Music Fest partecipando lo scorso anno a uno stage musicale a Roma.

A febbraio è uscito il loro primo EP con il nome "Strade Bianche".


http://www.facebook.com/pages/Crossing/197220083685105


http://www.myspace.com/crossing_music
 
 
Dorothy M Elliott è una band composta da tre musicisti, provenienti dalla provincia di Nuoro, accomunati da una passione sfrenata per il rock degli anni '90, e l'interesse per la poesia decadente.

I tre componenti, Gabriele Mulliri (medico 28 anni) e i  due fratelli Marcello (studente odontoiatria 27 anni) e Giuseppe Ladinetti (odontotecnico 30 anni), suonano insieme da molti anni, e a causa svariati cambi di formazione è difficile stabilire quando il progetto ha preso forma.

 Nel 2009 il gruppo firma un contratto con la web label "Banana Records 2.0" e pubblica un EP dal titolo "Santa Claus doesn't have any gift" disponibile su piattaforme online. Il contratto è giunto a termine nel gennaio scorso.

Nel 2010 partecipano al concorso musicale "think tank" raggiungendo la fase finale.

Dal 2009 in poi partecipano a diversi concerti nel poco fertile (dal punto di vista dell'attività live) paradiso degli spaghetti western.

La band ora è impegnata nella registrazione di nuovo materiale, che si differenzia notevolmente dal precedente EP dal suono scarno, per una grande attenzione rivolta agli arrangiamenti.

 
 
BE READY TO DANCE! Rock'n'roll, swing, jazz, rockabilly, psychobilly, punk e garage. Sapientemente mescolati, con la giusta dose di soul... TRY A LITTLE .... TENDERNESS Preparatevi ad ascoltare brani come "Fallin' in love with you" e "Fever" in un'interpretazione struggente che non dimentichrete. WATCH OUT! Sarete rapiti dalla voce suadente e aggressiva di Reverend Oscar, il Reverendo del RnR.WHERE? Locali, club, pub, birrerie, piazze, festival, battelli, cene di gala e matrimoni, Elvis Day e Grease party.WHO? Oscar "The Preacher of R'n'R" sings & dances, Max is the one who slap that doghouse bass, Lee-Vy plays guitar'n scream, Ben Marcodel is behind that wild saxophone, and Slippy is the beat of it all!Ogni concerto della Rockin’ Out Orchestra è una festa! Alle spalle dei cinque musicisti una pluriennale esperienza live nel mondo del rock'n'roll, ma anche del blues, del jazz, rockabilly e psychobilly, punk e garage. Un inedito miscuglio, che rende originale ed esplosiva la reinterpretazione dei classici del rock’n’roll in performance dal vivo in cui l’imperativo per il pubblico è inequivocabilmente… ballare!Nello spettacolo della Rockin’ Out Orchestra c’è spazio anche per il sentimento: ne sa qualcosa chi ha già sentito la struggente interpretazione di brani come Fallin’ in love with you e Fever grazie alla indimenticabile voce di “Reverend Horton Oscar”, noto ormai al pubblico come “The Preacher”.La Rockin’ Out Orchestra fa base a Pordenone ed è composta da Oscar Marson (voce), Livio Martinuzzi (chitarra, voce), Massimo Tonus (contrabbasso), Marco Del Ben (sax tenore e baritono), Simone Tomasella (batteria). Ha alle spalle innumerevoli esibizioni nel periodo 2002 – 2012 in tutto il Triveneto e oltre, in numerosi locali, club, birrerie, piazze, festival, motoraduni, cene di gala e matrimoni. Ha già condiviso il palco con band di rilievo internazionale come Hormonauts, Marco di Maggio, Capitan Jive, Ivan Cattaneo, Rock'n'Roll Kamikazes e la rock'n'roll band americana Cari Lee and The Saddle Ites.A giugno 2007 è stato pubblicato il CD “The Original Rockin’ Out Orchestra” contenente otto classici rivisitati: dai più noti Ready Teddy, Rock Around the Clock e Little Sister, ai più ricercati Wild Saxophone e Ubangi Stomp - realizzata in una inedita versione “africana”, alla reinterpretazione di celebri temi cinematografici e televisivi tratti da Il Padrino e Secret Agent Man.Nel dicembre 2007 la Rockin' Out Orchestra ha partecipato alla settima edizione del “San Vito Music Festival” - concorso organizzato dalla cooperativa Esibirsi - piazzandosi al terzo posto con il brano originale intitolato "Baby I love you, it’s rock’n’roll"."Singin' Town", composto e registrato nel mese di marzo 2012, è il brano con cui la Rockin' Out Orchestra festeggia il decimo anno di attività.Contatti www.rockinoutorchestra.it - rockinoutorchestra@gmail.com
 
 
 
 

Gli ECLETTICA sono cinque ragazzi livornesi; dopo alcuni cambi iniziali di formazione, il gruppo raggiunge la sua stabilità nel 2007, si crea un’ottima intesa, la voglia di creare musica cresce ed è così che iniziano a comporre canzoni proprie, scegliendo di scrivere i pezzi in italiano. Il gruppo non vuole darsi limiti suonando un genere ben specifico: ecco che nelle loro composizioni possono trovare spazio l’hard rock, il progressive e perfino il jazz...
Gli Eclettica hanno all’attivo un demo, registrato nel 2009, e a Maggio 2011 ha visto la luce il secondo EP, intitolato “3.00”. Attualmente gli Eclettica stanno lavorando alla stesura e alla registrazione di nuovi pezzi, con l’obiettivo di far conoscere la loro musica ad un pubblico sempre più vasto.
 
 

C'avete visti per strada, in qualche pub o nelle serate incasinate di questa città, o forse, semplicemente, non c'avete visti mai.
Casualmente una serata di ormai un anno fa, Leo e Danny (Chitarrista e Batterista), con l'idea quasi infantile di divertirsi con un gioco di musica, hanno deciso di trasformare il gioco in realtà.
L'inizio di questo gioco si tramuta in pochi giorni in una grande passione, la musica.
Affascinato da questo travolgente mondo Matteo, il futuro chitarrista ritmico, prende in mano la chitarra, si unisce a Leo e Danny e nell'ignoranza più totale incomincia assieme a loro l'avventura.
Giusto il tempo dei primi miglioramenti e da dietro il bancone di un vecchio bar spunta Stefano, il futuro cantante. E' subito feeling e spuntano sin da subito tante idee a livello compositivo; manca ancora la capacità tecnica ma la voglia di entrare in questo mondo è troppa. Tutti si mettono sotto.
Qualche sera dopo questo sogno prende un nome ben preciso: Camera24. Noi.
Dopo qualche mese, in una calda notte d'agosto l'esordio del tutto inaspettato. Notte bianca di cividale. Un piccolo sogno che si avvera.
Le sorprese non finisco qui perchè una persona da sempre vicina alla band nei lavori di studio e di vita, inaspettatamente si fa avanti ed entra a tutti gli effetti nella band apportando ulteriore motivazione e professionalità: Enrico, il futuro bassista.
La band è al completo. 

“Come solo i musicisti sanno, il mondo della musica è molto vasto, se non infinito, e capirlo fino in fondo è quasi impossibile, ma è proprio il navigarci al suo interno che trasmette le sue magie. Il compito del musicista è interpretarlo al meglio ed è quello che faremo! “ - i Camera 24

Voce – “Zanta” Stefano Bergnach
Chitarra ritmica – “Teo” Matteo Servidio
Chitarra solista - “Leo” Leonardo Nigro
Basso – “Rico” Enrico Sternotti
Batteria - “Danny” Danny Van Buuren
 
 
A marzo 2011nella scena locale udinese nascono i Party Animals inizialmente solo come cover band hard rock.
Dopo un improvviso cambio di line-up , nel mese di giugno, grazie al feeling e alla forte amicizia tra i componenti, il gruppo si rende conto di avere molto da esprimere e prende quindi la direzione verso la musica propria.
L’anima del gruppo è Rock’n Roll, non solo in ambito musicale ma anche come stile di vita. Il gruppo propone un repertorio cover e pezzi propri genere hard rock glam con tendenze heavy.
Grande potenzialità scenica e forte energia caratterizzano i Party Animals che amano inoltre sottolineare la presenza di 2 componenti femminili ( voce e batteria ) insoliti nei contesti locali abituali.
Attualmente il gruppo ha in produzione un demo che verrà ufficialmente presentato a Marzo 2012.
I party Animals hanno già avuto modo di esibirsi localmente anche con gruppi di rilevanza nazionale, tra i quali ricordiamo i Bad Bones lo scorso novembre 2011 ed hanno in progetto live esteri e nazionali.
Un piccolo cenno sui componenti:
- Alla batteria si presenta una splendida Ilenia da Basiliano (Ud) impegnata anche nel progetto JEBBAL-SAG con 2 dischi all’attivo dalle influenze Heavy-Metal.
- Al basso la forte e caratteristica presenza di Gianmarco da Majano(Ud) con esperienza pluriennale in diversi gruppi della scena friulana tra cui ricordiamo XADOOM, REVENGE MACHINE, SOUL LOCK ( trash metal ) e gli HARD COCK SUICIDE ( glam rock ).
- Alla chitarra ritimica e solista si scatena il grintoso e creativo MAX da Campoformido (Ud) , anche lui proveniente da diversi gruppi tra i quali ricordiamo i TYCON ( heavy-prog-metal) FIREDROM ( thrash metal) LOST SOULS ( heavy metal).
- Alla voce si rivela la forte e discussa personalità di Sabrina da Tarcento (Ud) proveniente da molteplici esperienze live, composizioni soliste e gruppi diversi, tra i più significativi nominiamo i SIX ONE NINE ( hard rock) e gli HARD COCK SUICIDE ( glam rock).
PARTY ANIMALS . gruppo ad elevato tasso alcolico !
 
 
I Rocktrain Slaves sono una band di blues e di rock’n’roll che nasce nel lontano 2004 a Bologna dall’incontro degli amici d’infanzia Andrea Folli (voce & armonica), Davide Parisini (batteria) ed Eugenio Richetta (chitarre). Dopo vari avvicendamenti alla ricerca della formazione giusta, Alessandro Rizzato (basso) li raggiungerà nel luglio 2007 e, nonostante l’afa e le zanzare dell’estate bolognese, i 4 si mettono al lavoro sui pezzi originali che il terzetto voce-batteria-chitarra  aveva in cantiere. Nell’aprile del 2008 esce un album autoprodotto e di materiale originale contenente 10 tracce (uno dei capisaldi della band è di estirpare il concetto di cover dai cervelli della gente). L’album si intitola THE RAIN CAN WAIT ed è  distribuito su internet ed in nordeuropa da SELF/hitland records. L’album riceve molti feedback positivi sia al livello di critica che a livello radiofonico, e li porta a suonare al PISTOIA BLUES 2008 e al MAXWELL STREET TRIBUTE FESTIVAL, permettendogli di aprire a giganti della scena rock-blues internazionale come Johnny Winter, Dickey Betts & The Great Southern, Hot Tuna, Watermelon Slim, Andy J.Forest.   A settembre 2008 la band suona live in diretta per Blues Station su Radio Città del Capo e presenta l’album per Ignoranza Radiofonica su RadioKairos, nel novembre del 2008 partecipa al MEI di Faenza nell’ambito di Magazzini Sonori, un’iniziativa della regione Emilia Romagna, che ha poi prodotto nel 2009 “La Musica libera. Libera la Musica – Faenza 2008”, una compilation di brani scelti tra i gruppi che hanno aderito, distribuita gratuitamente. La presentazione del cd è avvenuta con un live alle Scuderie, in piazza verdi a Bologna, nel maggio 2009. A giugno 2009 partecipa allo SPUTNIK ROCK FEST di Castelmaggiore (Bo), sul palco con ALIX e Meganoidi. Nel 2009 continua l’attività live e viene registrato l’EP 3 songs. Subito dopo, si unisce alla band Flavio Malpighi (chitarra) definendo così il sound e la formazione attuale della band. Nell’inverno 2009-2010 tutti i mesi sono resident jam band presso la BLUESERIA, un progetto a cura del club ARTERIA che ha portato a Bologna ogni mese un ospite della scena blues italiana, tra cui Giorgio Cavalli, Marco Pandolfi, James Thomson, Sonny Babe, Enzo Vallicelli, Alligator Nail, etc etc... serate chiuse a tarda notte dopo folgoranti e sperimentali jam sessions. Il progetto Bluseria si è concluso con un grande live presso il parco della ex-manifattura tabacchi a Bologna, nell’ambito delle serate BLUESinBO, dove hanno suonato tutti gli ospiti presenti agli eventi dell’anno e conclusa con il concerto della Bononia Sound Machine. Subito dopo, nel 2010-2011 la band prepara un set acustico con il quale suona in svariati live in club, notti bianche, buskers festival, reinterpretando i pezzi in maniera sempre diversa e sperimentando nuove soluzioni.  Dall’ estate del 2011 all’inizio del 2012 i RT.S. hanno continuato nella registrazione di vari pezzi originali che confluiranno in un nuovo EP promozionale di prossima uscita Oggi i Rocktrain Slaves hanno superato il traguardo delle 200 performance live e continuano ad appassionare gli amanti del rock-blues tramite numerosi eventi musicali e culturali in serate variopinte nei locali di Bologna e della Romagna.     
Componenti Andrea Folli                  voce, armonica   
Eugenio Richetta                                chitarre, cori
Flavio Malpighi                                    chitarre, cori 
Alessandro Rizzato                            basso, cori 
Davide Parisini                                   batteria/percussioni, cori
 
 
I Cotton Fiock nascono nel febbraio 2011.

Da una prima idea che ruotava esclusivamente attorno al riarrangiamento di brani di vario genere (dal rock al folk, passando per un più ballabile swing) è nata all'interno della band anche la necessità di creare la propria musica, di mettere la propria firma.
Le sonorità dei CF si avvalgono delle note di chitarra acustica, tastiere, voce femminile e del ritmo delle percussioni, il tutto amalgamato con equilibrio e sobrietà.