Oscurità,  volontà di combatterla, malinconia, pessimismo, forza della speranza, claustrofobia e respiri profondi, questo album è circondato da aloni cupi e momenti tormentati. Stiamo parlando di “Innocent Awareness” ultimo album  ad opera del quartetto Christine Plays Viola. Probabilmente ispirati da nomi quali The Cure, Depeche Mode, Joy Division, i CPV ci propongono un lavoro new wave con forti impronte indie e gotiche presentatoci rigorosamente in inglese.

Atmosfere dark vegliano sulle 11 canzoni che compongono questo disco e che cercano nel nostro orecchio un bagliore di luce dal quale poter uscire. Chitarre che gridano forte, echi lontani, sussurri, suoni elettronici, i brani si aprono con un intro musicale, come a dare la premessa ad ogni canzone, le cui storie, ci racconta poi Massimo Ciampani (voce), parlano di un amore profondo, di un cuore prezioso, grande, chiuso in una gabbia troppo piccola e chiede disperatamente di essere salvato. 

 

Sara Casaluce




Leave a Reply.